Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Bologna Digital Media

In un'eclettica compresenza di giganti e start-up della comunicazione multimediale - dopo il successo della prima edizione 2016 - Bologna Digital Media (Hall 32, dal 3 al 5 aprile) ospita aziende diverse tra loro, che operano nell'universo delle app, dei servizi web e favoriscono l'innovazione nel settore industriale dei contenuti per l'infanzia.

Accanto agli stand, si aggiunge quest’anno la nuova Digital Media Business Lounge, uno spazio riservato per trattative commerciali, riunioni, networking cocktail. Per acquistare un pass scrivi a bcbfdigitalmedia@bolognfiere.it


L'irruzione sulla scena delle tecnologie VR e AR rende la Fiera particolarmente orgogliosa di ospitare due importanti incontri con Shazia Makhdumi di Google - Google Play (Formazione e infanzia) e Luca Prasso - del team che si occupa della piattaforma VR Daydream di Google; entrambi illustreranno le opportunità nel campo delle tecnologie VR e AR.


Per tre giorni, nello spazio del Digital Café, si succederanno incontri, seminari e training su piattaforme tecnologiche. Gli eventi di particolare interesse riguardano la presentazione del progetto no profit Pubcoder (Italia) sulla app per migranti Benvenuti ABC, il lancio europeo in anteprima del visore VR per bambini SnaptoLearn (Singapore), app VR e app per la realizzazione di giocattoli di Creata (Germania), presentazioni collettive di diversi partner coreani, e un incontro su come realizzare eccellenti app per l'infanzia condotto dal Kids App Collective (EU). La tecnologia AR come piattaforma-ponte per album stampati, digitali e per contenuti non fiction, rappresenta un altro importante passo avanti per l'industria del libro per l'infanzia, nell'ambito dell'osservazione e dell'apprendimento: diversi incontri chiave sul potenziale della tecnologia AR saranno protagonisti di questa edizione. Si terranno inoltre seminari sull'innovazione nei servizi di print on demand, a cura di Amazon e della start-up britannica Lostmyname, oltre a un IdeaFest dell'eccellenza. Ciascun evento contribuirà alla ricchezza e alla varietà di questa manifestazione, che costituisce oggi un elemento fondamentale dell'esperienza della Fiera del libro per ragazzi di Bologna.


Da ultimo, ma non per importanza, i dibattiti digitali con inizio domenica 2 aprile: Warren Buckleitner della Children’s Technology Review condurrà la 5a edizione del Dust or Magic masterclass; gli sviluppatori potranno analizzare in profondità le app vincitrici del BolognaRagazzi Digital Award di quest'anno e animare altre presentazioni sul disegno con interfaccia digitale e tavole rotonde sul settore industriale nel suo complesso.

 
Per stand, eventi e ulteriori informazioni a proposito della Digital Media Hall, potete contattare il nostro Digital Media Consultant Neal Hoskins a questo indirizzo: 
bcbfdigitalmedia@bolognafiere.it

 


aldus

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità